30 novembre, 2015

L'Internazionale del Terrore



I “fatti” parigini del 13 novembre 2015 hanno giustamente insospettito molti ricercatori ed osservatori che negano qualsiasi coinvolgimento di “attentatori islamici” nei presunti attacchi al teatro Bataclan, allo stadio di calcio ed in altri luoghi. E’ ovvio che fantomatiche “cellule jihadiste” non c’entrano alcunché con lo spettacolo grandguignolesco inscenato nella Ville lumière: è stata, invece, un’operazione dei servizi. Sì, ma quali? Qualcuno ha chiamato in causa la C.I.A., qualcun altro il Mossad, altri i servizi francesi. Certo, molte attricette ingaggiate per l’occasione (novelle prefiche) provengono dall’Impero di U.S.A.tana, come quella lì che piange al telefono e che non si stacca dal cellulare neppure se la minacci di dover recitare in un cinepanettone dei fratelli Vanzina.

Tuttavia crediamo sia errato cercare un unico ideatore e responsabile dell’inside job, perché i servizi segreti sono, alla fine della fiera, un unico soggetto, anche se con vari… complementi. E’ possibile che una struttura straniera sia riuscita ad agire a Parigi, senza che l’”intelligence” d’oltralpe abbia avuto almeno il sentore che si stava architettando qualcosa di grosso? E’ credibile che i Francesi con il loro presidente-gnomo, l’orrendo Hollande, non solo non sapessero uno iota, ma che non abbiano collaborato per allestire il false flag?

Secondo il parere di taluni, il vaudeville sarebbe un monito contro il governo di Hollande ufficialmente ed in modo del tutto ipocrita, come il Vaticano, incline ad appoggiare le rivendicazioni dei dilaniati Palestinesi. Se così fosse, perché François il galletto ha partecipato con tanta convinzione alla tragicommedia, subito accusando barbuti integralisti di aver turbato con le loro moleste raffiche il celestiale concerto che si teneva al Bataclan? E’ stato per lui un ottimo casus belli per decidere ipso facto di bombardare le postazioni dell’I.S.I.S. in Siria, anche se è probabile che gli ordigni siano sganciati e siano stati sganciati contro l’esercito di Assad, senza dubbio non un santo, ma mille volte migliore dei presidenti criminali assisi sugli scranni dell’Occidente, migliore dei monarchi sauditi.

Come nel caso di una malattia autoimmune, sono i servizi di ciascuno Stato, spesso in sinergia con quelli di altre nazioni, ad attaccare i propri cittadini, a spargere sangue sul proprio stesso suolo. Si pensi agli anni della strategia della tensione in Italia, con le varie stragi perpetrate da servizi “deviati” rigorosamente made in Italy, anche se con la complicità di forze appartenenti ad altri paesi della N.A.T.O. (Vedi F. Imposimato, La Repubblica delle stragi impunite).

Poiché gli apparati del sistema, sono compartimentalizzati, agenti di rango inferiore nulla sanno dei piani decisi ai piani alti: un normale agente della C.I.A. crede veramente di lavorare per gli Stati Uniti e che il suo compito sia quello di sventare azioni terroristiche ideate in tenebrose grotte afghane. Ai vertici, però, si orchestrano e si attuano azioni che vedono la stretta cooperazione di potentati che formano l’Internazionale del Terrore. E’ questo il governo occulto che trama dietro gli stessi poteri forti (banchieri, multinazionali, complesso militare ed industriale, organizzazioni mondialiste etc.) che poi così forti non sono, giacché anch’essi sono pilotati da un’entità nefanda.

La vera natura di codesta entità è così incredibile e malefica che è meglio si pensi che il mondo sia governato dai pur abominevoli, disgustosi banchieri.

Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati

APOCALISSI ALIENE: il libro

La squola della Gelmini - di Antonio Marcianò - Gemme scolastiche da collezionare

6 commenti:

  1. Più che dell'internazionale del terrore, la definirei l'internazionale dell'horror ... movie. Si tratterebbe infatti di una regia in grado di mescolare realtà e finzione con la stessa grossolana abilità con cui mescola attorucoli provenienti da differenti paesi in contesti 'segreti' differenti. Solo le logge UR possiedono la forza persuasiva per compiere tali atti travalicando frontiere e giurisdizioni? Chissà?
    La longa manus è ubiqua e glaciale ma possiede un codice d'azione paramassonico, cabalistico, stregonesco ... si tratta di un programma artificiale di cui qualcuno ha còlto alcuni frammenti?
    Resta il fatto di come sia puerilmente feroce, inutilmente macchinosa e decisamente deprimente. E' solo la strategia di un grande squalo affamato, che sente il suo tempo svanire? Una bestia alla fine dei suoi giorni?
    Lo speriamo tutti davvero. Ciao

    RispondiElimina
  2. La "bestia" agonizzante si sta scatenando con le sue ultime forze?
    Il fatto è che non abbiamo, almeno per ora, la possibilità né di verificare né di confutare qualsiasi tesi.
    Si, speriamo ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando la minaccia terroristica 'araba' avrà svelato il suo vero volto ed i suoi veri mandanti(prima del previsto a quanto pare) - così come è avvenuto per quella degli 'anni di piombo' - tireranno fuori quella aliena ... ed allora ci sarà da ridere se non fosse che tale ennesimo spauracchio presuppone un substrato umano ancor più rincretinito dell'attuale. Poveri noi ... avete fatto caso che sul tema 'alieno' i disinformatori di Stato non intervengono?

      Elimina
  3. In questi ultimi tempi, Essi paiono più magnanimi, preferendo compiere ecatombi false del tutto o in parte. Tuttavia da un lato la verità è sempre massacrata, mentre indicibili carneficine sono perpetrate in tutto il pianeta, in ogni plaga in cui giungono gli artigli degli Ottenebrati.

    Credo che in questi anni abbiamo trovate molte risposte a varie domande: ad esempio, come ci insegnano il Quarto Vangelo, alcuni scritti gnostici etc. sappiamo che al vertice si trovano gli A.

    Probabilmente la Cabala terrestre demonizzerà le due o tre civiltà evolute (in senso spirituale) per presentare i loro alleati malvagi come "salvatori". Così ad una menzogna se ne sostituirà un'altra...

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito di ISIS, Iside, tagliagole, Internazionale del Terrore, mi sovviene che un tre-quattro anni fa circa, l'autore Angelo Ciccarella pubblicò un articolo in cui evocava la "dea Iside" come suggeritrice di piani scellerati. Fu profetico: bisogna riconoscerlo.

      Ciao

      Elimina
  4. "Strano"la Siria...non lo avrebbe sospettato nessuno, visto che essa è fuori dalle irrorazioni e dal FMI... e non utilizza il petroldollaro!

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

AddThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...